Sabato 5 luglio presidio a Rimini contro l’ex-delfinario . Comunicato stampa del Comitato Basta Delfinari.

orcheridUna tristissima notizia: nonostante sembrasse che la struttura dell’ex delfinario di Rimini non potesse riaprire, la proprietaria è invece riuscita a ottenere i permessi per riaprire con leoni marini come prigionieri!

E’ organizzato un presidio per sabato prossimo 5 luglio, qui sotto il comunicato degli organizzatori: raccomandiamo a chi è della zona di partecipare in massa

 Link per ingrandire. Foto da Fb Basta delfinari

Link per ingrandire. Foto da Fb Basta delfinari

COMUNICATO: Sabato 5 luglio ore 15, presidio contro la riapertura dell’ex delfinario di Rimini.
A meno di un anno dal sequestro dei quattro delfini prigionieri, alla struttura riminese è stato concesso di riaprire i battenti semplicemente cambiando specie animale da sfruttare.

Sabato 5 luglio avrà luogo l’inaugurazione della struttura (già indagata per maltrattamento di animali) che per tre mesi sfrutterà tre leoni marini presi “a noleggio” da un circo spagnolo.

Tra i complici della riapertura, primo tra tutti il comune di Rimini che, nella persona di Andrea Gnassi, ha autorizzato una nuova stagione di sfruttamento. Ci rendiamo conto del poco preavviso, purtroppo la notizia è stata diffusa con un preavviso minimo.

Non è una battaglia partitica o politica, è una battaglia ETICA.

Invitiamo tutti a partecipare, prendere parte a un’iniziativa che non ha colori, per mostrare il proprio dissenso, che è un diritto e un dovere verso i nuovi schiavi in arrivo a Rimini.

Il messaggio sarà univoco e chiaro: NESSUNO NASCE PER ESSERE UNO SCHIAVO.

Contatti: Pagina FB: https://www.facebook.com/bastadelfinari

Email: bastadelfinari@gmail.com

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *